//
stai leggendo...
Economia, Geopolitica, Politica, Stati Uniti, Stati Uniti

La crisi diviene un giallo nel nuovo volume di Elido Fazi

Elido Fazi a Spazio5 con Roberto Ippolito, Luigi Paganetto, Maurizio Riccardi.

Un vero e proprio giallo. In questo modo è stato definito il secondo libro scritto da Elido Fazi intitolato “Chi comanda, Obama O Wall Street?”. La presentazione del volume, svoltasi nella cornice della mostra dedicata al neo-rieletto presidente americano presso Spazio 5 a partire dalle 18:00 di ieri 22 novembre, ha visto protagonisti l’autore del libro, figura di rilievo dell’editoria italiana, Roberto Ippolito giornalista e scrittore, moderatore dell’evento, e Luigi Paganetto, economista e professore ordinario in Economia Internazionale dell’Università di Tor Vergata. “Chi comanda, Obama o Wall Street?“, è un titolo appassionato, che avvince anche il lettore meno ferrato in materie economico-politiche e che sostiene la severa tesi secondo cui l’attuale presidente degli Stati Uniti abbia avuto un atteggiamento ondivago nei confronti della finanza: contrario e critico durante la campagna elettorale e, in seguito, arrendevole. Fazi, ha sottolineato inoltre il legame tra Obama e il mondo della finanza e delle banche d’affari, che proprio nella campagna del 2008, ne sotenerono la corsa alla Casa Bianca. Un giallo nel quale secondo Fazi, il fiulcro dell’empasse economica sia stato proiprio l’atteggiamento neo-liberista degli USA: che alla fine degli anni ’90, ha demolito l’argine tra banche di credito e banche d’affari. Manovre economiche al limite dello spregiudicato, che hanno poi condotto ad un progressivo smantellamento dei cardini del sistema dei mercati internazionali. Il delitto commesso è stato quindi quello di “assassinare” un sistema stabile creando, secondo la tesi di Fazi, una fondamentale instabilità. Crimine del quale Obama si è reso in parte complice. Opinione non condivisa da Ippolito che ha espresso, contrariamente all’autore, un’opinione favorevole su alcuni punti della presidenza Obama: quali la riforma del sistema sanitario americano. Articolato e ben argomentato è stato il parere di Luigi Paganetto, che ha sostenuto invece, come nella complessa e disastrosa situazione ereditata dalla presidenza Bush, Obama abbia cercato di riattivare i meccanismi di una economia virtuosa, cercando di rispondere alle esigenze di parti sociali e imprenditori. Paganetto infatti ha sostenuto, al contrario di Fazi, che Obama non solo abbia cercato di arginare le conseguenze più drammatiche della crisi, e che abbia, da “buon investigatore di gialli”, tracciato un “cerchio di fuoco” intorno quella finanza spregiudicata e affarista che ha rifiutato di accettare la fine di un ciclo economico virtuoso. Punti di vista antipodici che hanno animato la presentazione di “Chi comanda, Obama o Wall Street?”. Un caso risolto per alcuni e un delitto che resta impunito per altri.

Fonte agpress.it, clicca qui per accedere alla galleria fotografica dell’evento.

 

Il pamphlet di Elido Fazi è disponibile nell’edizione cartacea (4,90 euro) e in formato ebook, solo 1 euro, nei migliori negozi online.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

ACQUISTA I LIBRI IN E-BOOK AL PREZZO DI 1 EURO!

ACQUISTA I LIBRI IN CARTACEO

E-BOOKS IN ENGLISH

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: